Manuale del baratero. L’arte di maneggiare la navaja, il coltello e le forbici dei Gitani.

Manuale del baratero. L'arte di maneggiare la navaja, il coltello e le forbici dei Gitani.

Manuale del baratero. L’arte di maneggiare la navaja, il coltello e le forbici dei Gitani.

Condividi

Il libretto tradotto dall’originale spagnolo “Manual del baratero: “ó arte de manejar la navaja, el cuchillo y la tijera de los jitanos” dell’anonimo Andaluso “M. d. R.”, è la principale fonte informativa, se non l’unico documento pervenutoci riguardo il metodo dell’epoca nell’arte del maneggio delle lame corte, in uso presso i gitani spagnoli andalusi.

Manuale del baratero. L'arte di maneggiare la navaja, il coltello e le forbici dei Gitani.

Branca basilare di quella più vasta cultura schermistica del coltello tradizionalmente diffusa in tutta l’Europa mediterranea e in particolar modo in Italia.

Di cosa parla il manuale del baratero?

Gli argomenti trattati sono i seguenti :

  • tipi e caratteristiche delle lame;
  • posizioni e mosse, espedienti e trucchi;
  • lancio della navaja e del coltello;
  • maneggio delle forbici.

La pubblicazione dell’opera

Pubblicato per la prima volta in Spagna dall’editore D. Alberto Goya a Madrid, nel 1849 in 54 pagine se ne ha anche una versione Inglese.

In Italiano è stato pubblicato in 64 pagine nel 1994  dall’ editore Planetario, Bologna.

Il curatore è stato A. G. Merendoni mentre della traduzione se ne è occupato M. Rubboli.

In appendice troviamo descrizioni tratte dal libro Viaggio in Spagna di Charles Davillier, con illustraziani di Gustave Doré.

Per quanto riguarda la disciplina del combattimento vera e propria, sia Charles Davillier (1874) che Théophile Gautier (1843) testimoniano nei loro scritti di aver incontrato numerosi esperti di scherma con la navaja

Davillier riferisce addirittura di aver frequentato insieme al grande incisore e disegnatore Gustave Doré una regolare scuola di maneggio della navaja.

In conclusione un manuale pratico, per coloro che desiderano apprendere il metodo arcano dei “barateros”, ma anche un prezioso documento storico che permette di illuminarci su aspetti curiosi, sconosciuti e inattesi di un mondo ormai sparito.

Fonti ulteriori

Se avete voglia di approfondire l’argomento, su Google è possibile visionare la versione originale Spagnola.

O se preferiste la versione inglese, cliccando qui.

Condividi
Passione Lame

Leave a Reply